Plesso scolastico “Morea”, gas Radon oltre i limiti consentiti in alcuni locali

Con Ordinanza sindacale n.ro 236 del 26 novembre 2019, è stato emesso il divieto di permanenza all’interno di alcuni locali dell’Istituto scolastico “Domenico Morea” in Via Dante 35 ad Alberobello. Dall’esame dei dosimetri, posizionati nel primo semestre, è emerso che, per alcuni locali dell’Istituto, nel plesso “Morea”, sussistono valori medi di concentrazione di gas Radon superiori ai limiti di legge. I locali interessati risultano essere:

  • al piano terra: nel refettorio maggiore (ambiente ad angolo tra via Dante e via Perrini), nel

refettorio minore (al centro dell’edificio, in corrispondenza della scala centrale di collegamento

verticale), nei locali dell’edificio su via Perrini (con esclusione dell’Ufficio Polifunzionale);

  • al piano primo: in tutti i locali che si affacciano su via Tinelli, nel locale archivio-biblioteca (al centro dell’edificio, in corrispondenza della scala centrale di collegamento verticale).

A questo proposito si è ravvisata la necessità, si legge ancora nell’Ordinanza, di intervenire con provvedimenti cautelari per salvaguardare la salute pubblica e, nel contempo, assicurare il regolare svolgimento delle attività scolastiche. Si è ritenuto, dunque, di procedere all’emanazione del divieto di permanenza all’interno dei locali precedentemente elencati, vietando la permanenza ai lavoratori, agli alunni e agli avventori. La dirigente scolastica dovrà provvedere, nel termine massimo di 5 giorni, ad assicurare il divieto di permanenza nei locali citati. Ci domandiamo, per la mensa cosa accadrà?