Terlizzi “casa chiusa” aperta al pubblico maschile

Due giovani ragazze italiane sono state sorprese, all’interno di un “centro benessere” mentre, con indosso solo pochi capi di biancheria intima, effettuavano prestazioni sessuali a pagamento, a favore di clienti occasionali. Un continuo andirivieni di uomini, tutti di mezza età, aveva destato sospetti sulla reale attività svolta all’interno del nuovo centro benessere “Aloha”, da poco aperto a Terlizzi, in un appartamento sito al secondo piano di un palazzo. La responsabile, una 50enne originaria di Corato (BA), aveva subito pubblicizzato il centro su diversi siti internet e nel contempo era comparsa un’offerta di lavoro: richiedesi abile massaggiatrice.