Prosecco bulgaro venduto come italiano

Prosecco prodotto in Bulgaria ma pronto a essere venduto in Francia come se fosse italiano: lo hanno scoperto i finanzieri del Gruppo della guardia di finanza di Brindisi, insieme ai funzionari dell'Agenzia delle Dogane, durante un controllo a un camion appena sbarcato al porto di Brindisi da un traghetto proveniente dalla Grecia. Alla guida del mezzo c'era un cittadino bulgaro e nel cassone 13.812 bottiglie di prosecco da 0,75 litri. Sulle scatole c'era la scritta 'product of Italy' mentre sulle bottiglie la dicitura 'Wine of Italy'. Gli investigatori - insospettiti da quelle insolite etichette non corrispondenti tra loro - hanno contattato per una verifica la società produttrice del prosecco, che ha confermato che quel vino era stato realizzato con uve prodotte in Bulgaria e non in Italia, per cui era un clamoroso falso. Tutta la merce, che era destinata al mercato francese, è stata sottoposta a sequestro e il conducente del mezzo, P.A. di 68 anni, è stato denunciato. L'operazione rientra negli intensificati controlli in difesa del made in Italy, sempre più soggetto a imitazioni e falsificazioni, soprattutto in campo agroalimentare.