Gallipoli: truffa case vacanze


Partono dalla Campania molte truffe sulle case-vacanze di Gallipoli: lo ha scoperto la polizia, riavvolgendo il filo di una serie di denunce presentate la scorsa estate da turisti che hanno acquistato soggiorni su internet. Tutti, una volta arrivati in Salento per la sospirata vacanza, si sono trovati con un pugno di mosche in mano: senza la casa prenotata e con il portafogli alleggerito di somme già versate. Due le persone denunciate. Così è accaduto, per esempio, a una comitiva di Frosinone, che, tramite un sito, aveva bloccato un’abitazione nella località Baia Verde, a ridosso delle spiagge più frequentate dai giovani e dei lidi più in. Arrivati a destinazione, i turisti non hanno trovato la casa e non sono riusciti neppure a risalire alla persona a cui avevano versato una caparra di 500 euro. Gli accertamenti compiuti hanno permesso di risalire alla donna straniera in quanto destinataria di cospicue somme di denaro sottratte a ignari titolari di carte prepagate attraverso il metodo del cosiddetto phishing, la truffa informatica che si realizza con l’invio a pioggia di mail fraudolente, recanti i loghi contraffatti di taluni istituti di credito. In questo caso l’utente aveva incautamente inserito i propri dati personali e bancari nei campi del falso sito, determinando inconsapevolmente la sottrazione di circa 600 euro dal proprio conto prepagato.