top of page

REGIONE - Consiglio regionale: cambiano i numeri e gli eletti


La maggioranza di centrosinistra in Consiglio regionale perde due seggi e scende da 29 a 27. Lo ha stabilito il Tar di Bari, che ha accolto i ricorsi presentati da due esponenti del centrodestra, Vito De Palma e Antonio Scalera, ma anche quello di Domenico De Santis (Pd). Tutti e tre dovrebbero entrare in via Gentile, ma per capire chi perde il posto bisognerà attendere la correzione dei risultati elettorali che sarà oggetto di un'altra udienza fissata all'8 luglio. Bisognerà infatti rifare i conti per assegnare i 27 seggi della coalizione di Emiliano: i giudici amministrativi hanno anche accolto il ricorso incidentale di Michele Mazzarano (Pd). Questo dovrebbe comportare che il Pd sale a 16 seggi (da 15), i Popolari scendono a 5 (da 7) e Con scende a 6 (da 7). Al momento, le uniche certezze sono che le liste civiche di «Popolari con Emiliano» e «Con Emiliano» perdono complessivamente tre seggi, due in favore del centrodestra e uno in favore del Pd. Gli esclusi saranno due del gruppo Popolari (a rischio Mario Pendinelli e Francesco La Notte) e uno di Con Emiliano (a rischio Peppino Longo). Entreranno, invece, con certezza Domenico De Santis (Pd), Vito De Palma (Forza Italia) e Antonio Paolo Scalera (La Puglia Domani). A maggio, come detto, però, verranno discussi i ricorsi di Blasi e Cicolella che potrebbero incidere solamente all’interno dello stesso Pd: a rischio, in questo caso, sono Michele Mazzarano e Ruggiero Mennea.

コメント


bottom of page