Con il Covid si può

Con il Covid si può tutto. Si creano nuovi e moderni reparti in ospedale, le analisi vengono fatte subito e senza prenotare, si può andare al bar con calma di giorno, finalmente la notte si dorme per quelli che hanno i ristoranti sotto la finestra della camera da letto, con il Covid si può vedere ogni giorno il Sindaco e il Presidente del Consiglio direttamente a casa tua e tutto per te, con il Covid trovo posto al ristorante, con il Covid si fanno le file finalmente e non uno addosso all'altro, con il Covid fai la spesa al mercato settimanale solo per mangiare mascherati e distanziati, per vestirsi c'è tempo, con il Covid ogni tanto le scuole chiudono e quindi non c'è è più bisogno di marinarle, ma i genitori vanno al lavoro, con il Covid anche il Comune si chiude con gli impiegati dentro e i cittadini fuori, con il Covid si può! Il Covid crea la differenza fra Nord, dove la folla va a sciare e il SUD dove la folla si scontra con Polizia, e nei paesini si continua a morire nelle Case di Riposo ed i poveri a casa. Senza il Covid alla ASL ci sono le liste di attesa, il primo appuntamento ormai è a Pasqua del 2021 (aprile) senza il Covid le prenotazioni per le altre malattie si può attendere fino al 2023, senza il Covid tante cose sono rimaste com'erano. Ma è difficile essere normali? Il Covid miete vittime anche per la indisciplina di tutti noi. Vi siete chiesti perché, ad esempio, in Svezia i contagi sono bassissimi? Perché li stare a distanza e non uscire quando si è malati è NORMALE, non hanno bisogno di una legge e dei politici che litigano mentre ci si contagia. Ma siamo in Svezia, non in Italia! Purtroppo.



Link amici

La Piazza - Periodico di vita cittadina
Reg. Tribunale di Bari n.1262 del 10/05/2013 Registro stampa n.8

Editore Ass. Culturale di promozione sociale "La piazza"

Sede Legale C.so Trieste e Trento, 23 70011 Alberobello (BA)
Direttore responsabile: Domenico Giliberti

© 2017 | Sito web a cura di Nemus Insediamenti Creativi