top of page

COMUNICATO MERCATO SETTIMANALE ALBEROBELLO

A seguito dell’incontro che si è tenuto il 21 luglio scorso con il Sindaco di Alberobello, assessori preposti, il comandante della polizia municipale e le sigle sindacali datoriali provinciali di settore, la Confesercenti Metropolitana di Bari, presente con la partecipazione del coordinatore provinciale dell’ANVA Confesercenti (Associazione Nazionale Commercianti su aree pubbliche) Francesco Milella e del Vice Presidente provinciale Francesco De Carlo. La nostra posizione, come riportato nel verbale dell’incontro è a sostegno dell’ipotesi di ricollocare, se pur parzialmente il mercato in Piazza del Popolo, Corso Vittorio Emanuele e Piazza XXVII Maggio. In aggiunta a questa proposta, considerando che questa soluzione potrebbe soddisfare circa un terzo dei commercianti che sono in totale 85 circa, quindi ogni settimana solo 30 potrebbero aprire in centro, abbiamo anche integrato a quella proposta che i restanti potessero, se vorranno, aprire nel plesso provvisorio di contrada Popoleto. Abbiamo proposto questa ulteriore possibilità visto che con l’alternanza, ad occhio e croce ogni commerciante avrebbe aperto solo una volta ogni 3 settimane, quindi in un momento difficile come questo questa alternanza potrebbe essere per gli operatori una boccata di ossigeno. Inoltre l’intervento di De Carlo, ha più volte ribadito che la protesta di alcuni commercianti e cittadini è legittima e necessità di trovare una soluzione condivisa. Quindi ci sembra che il nostro sostegno a un’ipotesi di ritorno se pur in forma parziale e alternata dei commercianti in centro, sia SOPRATTUTTO necessaria per accogliere le istanze di tante/i cittadine/i che ritengono il posizionamento del mercato attuale non consono a quello che dovrebbe essere per Alberobello.

Il coordinatore provinciale di ANVA-Confesercenti, Francesco Milella, che ha percepito una certa resistenza da parte dell’amministrazione comunale a valutare questa nuova ipotesi, ha ribadito che il posizionamento del mercato in Contrada Popoleto deve tenere conto delle dotazioni minime e obbligatorie, nel rispetto delle norme previste, altrimenti quella posizione non sarebbe stata comunque ritenuta idonea, cosa che già doveva essere stata attuata dall’amministrazione comunale. Ribadiamo quindi di valutare la necessità di recepire queste nuove indicazioni condivise anche da altre sigle sindacali e che è necessario avviare un confronto ulteriore per ricollocare il mercato in un’area più idonea, attrezzata e centrale.




Comments


bottom of page