BARI - Concorsi alla Città metropolitana

Al via i bandi per 12 nuove assunzioni a tempo indeterminato


Sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed Esami” i bandi, promossi dalla Città metropolitana di Bari, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 12 figure professionali. Si tratta, nel dettaglio, di 2 posti di Funzionario specialista tecnico industriale categoria D, 2 posti di Agente di polizia locale (area vasta) categoria C, 4 posti di Perito industriale categoria C e 4 posti di Ragioniere categoria C. La Città metropolitana rimette in moto la macchina delle assunzioni investendo su una serie di competenze tecniche e amministrative e per contrastare le numerose cessazioni dal servizio che si sono determinate nell’ultimo periodo anche a seguito della possibilità di ricorrere al pensionamento con la cosiddetta “quota 100”. Tali figure rientrano nel Piano triennale dei fabbisogni del personale 2020/2022 approvato dal Consiglio metropolitano; a queste si andranno a sommare ulteriori 60 nuove assunzioni previste nel prossimo Piano in fase di approvazione che saranno spalmate nel triennio 2021/2023. Si tratta di vari profili professionali appartenenti prevalentemente alle categorie C e D del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL) relativo al comparto “Funzioni Locali” che spaziano da figure tecniche, amministrative, informatiche e di vigilanza (polizia locale area vasta), nonché di assunzioni di personale di qualifica dirigenziale, sia per la copertura dei posti attualmente vacanti sia in sostituzione di dirigenti le cui cessazioni dal servizio sono programmate nel triennio. La novità di questi ultimi bandi è che i candidati potranno presentare la domanda di partecipazione attraverso un’apposita piattaforma digitale collegandosi al sito web istituzionale dell’Ente www.cittametropolitana.ba.it nella sezione “CONCORSI ON LINE” previa autenticazione attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID) o carta d’identità elettronica (CIE). La compilazione online delle domande potrà essere effettuata 24 ore su 24. La scadenza è prevista il 24 maggio 2021. La Città metropolitana, in ossequio alle vigenti disposizioni di legge in materia, ha, infatti, intrapreso un percorso di innovazione tecnologica in linea con il Piano per la transizione digitale dei servizi dell’Ente approvato di recente dal Consiglio metropolitano.