top of page

ALBEROBELLO - La segnalazione di un genitore

Riceviamo e pubblichiamo.

"Buonasera, scrivo da cittadino e da genitore per segnalare l'incresciosa "agonia giornaliera" che si consuma tra le 12.45 e le 13.15 nei pressi del plesso scolastico D. Morea. A causa dello "spostamento" (così definito dal sindaco questa sera in conferenza stampa) dei parcheggi a pagamento nelle zone di via Morea, don F.sco Gigante e via De Amicis, è diventata una odissea per i genitori trovare un parcheggio "sicuro" per prelevare i propri figli da scuola. Già lo scorso anno si notavano dei disagi, che però erano facilmente gestibili se si "appoggiava" l'auto con le quattro frecce in Largo Martellotta. Adesso non è più così perché il "salotto del paese" è completamente sbarrato e siamo tutti costretti a girare intorno come dei disperati alla ricerca di uno stallo libero, ma comunque a pagamento, perché anche in quella fascia oraria gli ausiliari sono in agguato. Poi, non sono da sottovalutare i pericoli nell'attraversamento pedonale (inesistente), i marciapiedi pericolosi da un lato e gli sbarramenti al fianco del cantiere dell'eco mostro (ex-mercato coperto). Pertanto invito gli amministratori a rendersene conto e ai consiglieri di opposizione di non dimenticarsi dei nostri figli e di portare alla luce questo disagio. Cordialmente Mauro Biasco".



(Nella foto uno scorcio di Via D. Alighieri con, a dx, l'ingresso del plesso Morea)

(News 22.09.21)

コメント


bottom of page