top of page

Alberobello: installazione impropria al Cimitero Monumentale

Il perchè della segnalazione



Ieri, 4 febbraio, abbiamo pubblicato una fotonotizia riguardante l'installazione impropria di una antenna WiFi, in cima all'ingresso del nostro Cimitero Monumentale. La fotonotizia è stata a cura di Mariangela Palmisano che oggi, con un breve intervento, ha voluto spiegare la motivazione che l'ha spinta alla riflessione e, quindi, alla segnalazione.

"Oltre che giornalista sono soprattutto una guida turistica professionista innamorata del territorio, della storia e anche dell'innovazione. La ns Alberobello è esempio tangibile dell'evoluzione antropologica ma ciò a mio parere non dovrebbe essere una attenuante per oltraggiare siti di interesse storico e architettonico che non sono necessariamente solo i trulli. Il cimitero di Alberobello, forse non tutti se ne renderanno conto, fa parte dei cimiteri monumentali tipo quello di Lecce, Bari o Parabita. Fu posta la prima pietra il 2 febbraio 1887. L’autorizzazione per questo terzo cimitero fu di Nicola Agrusti, sindaco della città dal 1879 al 1889 finanziato grazie alla somma ricavata dall’abbattimento di numerose querce di proprietà comunale; il disegno fu dell'architetto neoclassico Antonio Curri fonde assieme tradizione classica ed eclettismo. Dopo tale premessa come è possibile installare senza tanti problemi un trasmettitore a detta di alcuni per ricevere il segnale della video sorveglianza da Coreggia? Perché non utilizzare il palo della rotatoria? Oppure una classica fibra?".

Comments


bottom of page