top of page

ALBEROBELLO – Calcio: l’Arboris Belli pareggia in casa contro il Massafra

di Stefano Leone

Un pareggio, 2 a 2, che grida vendetta. Diciamolo chiaro in apertura, ieri la fortuna non è stata dalla parte della nostra squadra; un goal preso al primo minuto di gioco, (è sembrato come se la partita iniziasse sullo 0 a 1 invece che sullo 0 a 0), colpiti un palo, una traversa e due rigori (dubbi entrambi) subiti, il primo parato magistralmente da Loliva, - confermatosi portiere di grande sicurezza e particolarmente incline a neutralizzare calci di rigore -, il secondo dei quali al minuto 94, dunque in pieno recupero, ha permesso al Massafra di pareggiare una partita ormai persa. Se a questo aggiungiamo un direttore di gara assolutamente non in giornata, il quadro è completo e può andare in parete. “Oggi forse abbiamo fatto la migliore partita dall’inizio del campionato – afferma il tecnico Martino Girolamo a fine gara - ; una distrazione all’inizio non ha pregiudicato la presentazione. Anzi i ragazzi hanno macinato gioco e hanno ribaltato il risultato meritatamente”. Tanto vero è che i gialloverdi di casa, sono riusciti ad andare al riposo con la partita riportata in equilibrio con il goal messo a segno dal solito Ciccio Di Cosola, (grande predisposizione al goal fra le sue doti), che sale a 5 nella classifica dei marcatori. Ancora il mister biancoverde che dice, “abbiamo perso due punti ma abbiamo trovato la nostra identità, dobbiamo solo essere bravi a continuare così e i risultati arriveranno. Faccio i complimenti ai miei ragazzi perché la sfortuna non può durare in eterno”. Il primo tempo si chiude con un nubifragio che si abbatte sulla struttura dello “Scianni-Ruggieri” che fa scappare tutti, spettatori e giornalisti i quali, già con il tempo clemente non sanno come fare per svolgere dignitosamente il proprio lavoro, (oltre la mancanza di seggiolini sui gradoni non c’è una pur minima cabina stampa dove poter scrivere o utilizzare i supporti digitali), figurarsi sotto la pioggia battente. Tornando alla gara nel secondo tempo, (siamo rientrati sui gradoni quando la pioggia si è attenuata quel tanto che è bastato a farci perdere il secondo goal dei gialloverdi), l’Alberobello ha intensificato la pressione con una buona interdizione e veloci ripartenze che hanno messo in difficoltà i giallorossi del Massafra, fino al raddoppio ad opera di Nicola Cantalice, uno dei due centrali spintosi in area avversaria e bravo a sfruttare la volo gli sviluppi di un calcio d’angolo. Particolarmente soddisfatto il bravo difensore gialloverde poiché era al rientro dopo che un infortunio lo aveva fatto assentare nelle ultime due gare. Dice della partita e del suo goal: “siamo partiti male prendendo gol su calcio d’angolo al primo minuto di gioco, questo poteva influire sul proseguo della gara ma siamo stati bravi a reagire subito creando diverse occasioni pericolos,e per poi pareggiare prima dell’intervallo; alla ripresa del secondo tempo abbiamo alzato il ritmo e dominato in lungo in largo creando almeno 2 o 3 occasioni nitide per segnare. Il mio goal è venuto sugli sviluppi di calcio d’angolo, dove mi sono smarcato dall’avversario e concluso a volo di prima in tensione sul primo palo”. Ora ciò che è stato è stato, testa e fisico proiettati alla prossima partita difficilissima, si va in casa dell’Ugento seconda in classifica. Mai come ora si può dire che la speranza e il timore sono inseparabili.

(News 07.11.22)

Коментари


bottom of page