ALBEROBELLO: domani si torna a scuola!

Per augurare a tutti: alunni, genitori, docenti e personale del mondo della scuola un buon lavoro per il prossimo anno, riportiamo una poesia di Gianni Rodari, che abbiamo ricordato nel centenario della nascita sul numero di ottobre in edicola.

“Ho aperto il quaderno nuovo sul banco.

Il primo foglio è cosi bianco,

Quasi splende, tanto è pulito

E ho paura a posarvi il dito.

Intingo la penna,

Trattengo il fiato

E curvo sul foglio immacolato

Scrivo con cura la prima parola

Di questo primo giorno di scuola.

Domani, forse dopo, chissà,

Sul foglio bianco una macchia cadrà…

Ma non perderò per questo il coraggio;

Un colpo di gomma e avanti, in viaggio!”

(Nella foto: divelti gli alberi davanti alla "Tinelli" e sostituiti con i nostri fragni)