Covid19: le città più preparate per la "fase 2"

Secondo uno studio portato avanti dalla società di consulenza EY e pubblicato da Forbes, incrociando gli indicatori di resilienza del suo Smart City Index (fattori sanitari, economici e sociali) con i dati del contagio Covid-19, si è potuto analizzare quanto i capoluoghi italiani siano effettivamente pronti a ripartire e ad affrontare la fase 2 post emergenza Coronavirus. Tra questi spiccano le città del Sud in particolare Bari e Lecce. Mentre sono state considerate a rischio la maggior parte dei centri urbani del Nord. Secondo EY, più del 20% dei capoluoghi italiani non sarà in condizione di ripartire immediatamente, ma farà molta fatica, perché non ha le infrastrutture e le tecnologie adatte ad affrontare la complessità della ripartenza.

Ripartenza facile: Cagliari, Bari e Lecce, Siena, Pisa, Pordenone, Udine, Cosenza, Perugia, Potenza, Livorno Sassari.

Ripartenza lenta: Caltanissetta, Caserta, Crotone, Viterbo, L'Aquila, Prato, Roma, Napoli, Catania e Palermo.

Ripartenza frenata: Milano, Bergamo, Brescia, Piacenza, Venezia, Torino, Firenze, Genova, Parma, Bologna, Padova, Pavia e Trento.

Ripartenza critica: Cremona, Lodi, Lecco, Aless

andria, Verbania, Savona, Bolzano, Forlì, Varese, Belluno, Ancona e Como.

Link amici

La Piazza - Periodico di vita cittadina
Reg. Tribunale di Bari n.1262 del 10/05/2013 Registro stampa n.8

Editore Ass. Culturale di promozione sociale "La piazza"

Sede Legale C.so Trieste e Trento, 23 70011 Alberobello (BA)
Direttore responsabile: Domenico Giliberti

© 2017 | Sito web a cura di Nemus Insediamenti Creativi