Spiagge, si può entrare per fare lavori

I titolari, il personale dipendente e delegati terzi potranno accedere-nel pieno rispetto delle misure di contenimento- ai parchi acquatici, stabilimenti balneari e concessioni demaniali marittime, previa comunicazione al Prefetto, per lavori di manutenzione, sistemazione, pulizia, allestimento e installazioni nelle spiagge, purchè non si tratti di esecuzione di nuove opere e sempre che questi lavori avvengano all'interno delle aree in concessione.

E' questo, in sintesi, il contenuto dell'ordinanza firmata questo pomeriggio dal Presidente Emiliano, la cui validità è fissata al 3 maggio prossimo, così come espresso nel DPCM del 10 aprile u.s.