Stalking, applicata la sorveglianza speciale

February 6, 2020

L’attività d’indagine della Polizia di Stato ha documentato gli atti persecutori posti in atto dall’uomo nei confronti della moglie e delle figlie minori. Un provvedimento di natura preventiva, quello della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza, per la durata di un anno, emesso a carico di un andriese di 35 anni che, a seguito di un’attività d’indagine condotta dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Andria, è ritenuto responsabile di stalking. Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Bari - sezione Misure di Prevenzione – segue la proposta a firma del Questore di Bari. Si tratta della prima misura di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza applicata nella città di Andria, una delle prime sul territorio nazionale, dopo la riforma del Codice Antimafia del novembre 2017 che prescrive misure di prevenzione nei confronti di persone indiziate del delitto di atti persecutori. Gli episodi di maltrattamento sarebbero iniziati nel maggio del 2019; in diverse occasioni l'uomo avrebbe molestato la moglie a causa della sua morbosa gelosia. Nonostante la donna avesse abbandonato la casa familiare, l'uomo non aveva accettato la fine della relazione sentimentale e più volte l’avrebbe pedinata, molestandola e minacciando lei e le due figlie minori. Arrestato nel mese di ottobre, è stato ora sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

 

 

Condividi su Facebook
Twitta
Ti piace questo articolo?
Please reload

Please reload

Link amici

La Piazza - Periodico di vita cittadina
Reg. Tribunale di Bari n.1262 del 10/05/2013 Registro stampa n.8

Editore Ass. Culturale di promozione sociale "La piazza"

Sede Legale C.so Trieste e Trento, 23 70011 Alberobello (BA)
Direttore responsabile: Domenico Giliberti

© 2017 | Sito web a cura di Nemus Insediamenti Creativi