Le spoglie di monsignor Ruppi da Alberobello a Lecce

Come già pubblicato anche dal nostro giornale lo scorso 16 dicembre 2019, da lunedì 30 dicembre scorso, le spoglie di monsignor Cosmo Francesco Ruppi riposano nella Cattedrale di Lecce, città che lo vide alla guida della Curia per un ventennio, come aveva chiesto nelle volontà testamentarie lo stesso 55° vescovo di Lecce. Il feretro, come riporta anche un lancio Ansa, coperto da un drappo color porpora, è arrivato dal cimitero di Alberobello dove il corpo dell'ex arcivescovo metropolita riposava, accolto dall'attuale arcivescovo di Lecce, Michele Seccia. Dopo una breve cerimonia alla presenza di rappresentanti del clero e familiari, le spoglie sono state tumulate in forma strettamente privata nel sepolcro in marmo bianco giunto da Carrara e già collocato sul lato sinistro dell'altare dedicato a San Filippo Neri. Una tumulazione che l'arcivescovo Seccia ha definito "un segno di gratitudine per un pastore che ha dato più di vent'anni della sua vita a questa città". Ruppi scomparse dopo una lunga malattia il 29 maggio 2011.

(nella foto Ansa, l'arrivo del feretro nella Cattedrale a Lecce)